Lega Serie A

L’assegnazione dei Diritti TV per il triennio di Serie A è andato a buon fine l’anno scorso dopo un viaggio fatto di accuse, aste secondarie e possibile disaccordo delle parti. Tuttavia, al fine di continuare il buon rapporto intavolato fra Mediapro (soggetto che detiene in Diritti Tv in prima battuta) e la Lega Serie A, si sta cercando di creare una collaborazione più stretta fra le parti che scongiuri la creazione di un servizio di streaming dedicato (il tanto chiacchierato canale della Lega Serie A).

Mediapro quindi vuole rimanere in buoni rapporti e chiudere pacificamente la vicenda, rientrare dei soldi versati e con l’intenzione di proporre una partnership tecnica, accantonando del tutto l’idea di gestire direttamente i diritti. Il tutto volendo concludere anche l’asta dei Diritti TV 2021/2024 che la Lega Serie A aprirà il prossimo anno.

Al momento non vi è nulla di concreto ma, stando a quanto emerso in rete, nelle prossime settimane dovrebbero lavorare i legali di Mediapro e della Lega Serie A per arrivare a un accordo nell’assemblea successiva. Grande interesse poi rappresenta lo svolgimento delle assemblee delle leghe europee e del Comitato esecutivo Uefa per la creazione dell’eventuale European League (la Super Lega Europea) che si sta svolgendo in questi giorni e che vede contrapposti due fazioni dal pensiero totalmente opposto.

Nei prossimi incontri Mediapro e Lega Serie A discuteranno anche delle novità legate alla Coppa Italia futura, con alcune possibili partite da giocare all’esterno (in Cina) fra cui anche la finale.