Telefonia

Logitech ha una nuova soluzione per la ricarica wireless di iPhone X

Logitech Powered Wireless Charging Stand ricarica wireless iPhone X

Logitech ha ufficializzato il nuovo Powered Wireless Charging Stand, ovvero un carica batteria per la ricarica wireless studiato appositamente per iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X (e immaginiamo anche per gli iPhone 2018 attesi il 12 settembre).

Insieme con la presentazione di iPhone X (qui la nostra recensione), Apple ha annunciato anche la AirPower, una basetta di ricarica wireless che permette la ricarica contemporanea di un iPhone, un Apple Watch e di un paio di AirPods. La AirPower tuttavia non è mai arrivata sul mercato per via di problematiche varie, motivo per cui alcune aziende ne hanno approfittato per uscire con i propri caricabatterie wireless. L’ultimo in ordine cronologico è proprio il Logitech Powered Wireless Charging Stand.

Secondo quanto dichiarato da Logitech, il progetto dell’accessorio per la ricarica wireless è stato sviluppato insieme ad Apple, e il risultato finale è qualcosa che sembra il caricabatterie wireless che Apple avrebbe dovuto rilasciare con l’iPhone X lo scorso autunno.

L’intero pad è fatto di una plastica robusta e aderente che tiene stretto il telefono e non lo fa scivolare, anche quando il dispositivo vibra.

Come qualsiasi pad per la ricarica wireless, è angolato perfettamente per permettere sia la ricarica che l’utilizzo in maniera contemporanea. Nel caso di iPhone X, consente anche di sbloccarlo  con il Face ID. Il supporto consente inoltre agli smartphone (eh si, perché la compatibilità non è solo con gli iPhone) di essere ricaricati sia verticalmente che orizzontalmente.

Nonostante sia studiato per ricaricare qualsiasi smartphone che supporta lo standard Qi (fino a 7,5W), tutti i dettagli cromatici sembrano essere stati perfettamente lavorati e progettati per i dispositivi Apple.

Considerando il prezzo di 69,99 dollari, non si tratta cero dell’accessorio più economico. In rete infatti esistono molti caricabatterie wireless dal costo inferiore anche se, come Apple insegna ormai da 20 anni, la qualità e l’estetica si pagano.

Fonte: Theverge

Comments
To Top