huawei-matebook-d-2018

Nonostante non sia il suo focus principale nel mercato consumer, i laptop per Huawei rappresentano un ottimo modo per esprimere la propria qualità in termini di design e di ottimizzazione. Uno dei suoi fiori all’occhiello, ovvero Huawei MateBook D, ha di recente ricevuto un aggiornamento hardware con la sostituzione delle CPU Intel Core con una CPU AMD Ryzen 5.

È il primo computer dell’azienda con un processore AMD, il cui annuncio risale all’inizio del mese. Il Ryzen 5 offre una potenza enorme con un TDP tipico di 15 W mentre la Radeon Vega 8 presente offre agli utenti una frequenza di clock di 1,1 GHz per godersi essenzialmente qualsiasi gioco.

Tutto ciò ha contribuito a far si che Huawei optasse per un display touch Full HD da 14 pollici, più compatto rispetto a all’unità da 15,6 pollici leggermente ingombrante dell’anno scorso. Il comparto audio è garantito dal supporto al Dolby Atmos attraverso quattro altoparlanti, ma c’è un jack per le cuffie da 3,5 mm per mantenere privato l’audio.

Fra le altre porte di espansione troviamo 2x USB Type-A (una USB 3.0, l’altra USB 2.0), 1x HDMI (versione non specificata) e 1x USB-C per dati e alimentazione.

Huawei MateBook D 2018 disponibile all'acquisto con CPU AMD Ryzen 5 1

Ad accompagnare la CPU ci pensano 8 GB di memoria RAM DDR4 e un’unità SSD (non sappiamo se PCIe o SATA III) da 256 GB. La batteria interna è da 7,565mAh (57.4Wh) con supporto alla ricarica rapida (da 0 a 40% in 30 minuti).

Sul fronte della connettività troviamo il supporto al Wi-Fi dual-band con tecnologia MIMO 2 × 2 e il Bluetooth 4.1. Il nuovo Huawei MateBook D include anche una tastiera chiclet retroilluminata e un ampio touchpad con controllo gestuale incorporato. Tutto questo è disponibile in uno chassis spesso 15 millimetri con una finitura di alta qualità. Chiaramente il sistema operativo a bordo è Windows 10, nella sua versione Pro.

Al momento non abbiamo informazioni sull’arrivo del nuovo Huawei Matebook D in Italia ma negli UA ha un costo di 629 dollari.