Computer

Entroware rinnova le proprie workstation basate su Ubuntu con CPU Intel Core i9-9900K e Nvidia GeForce RTX 2080

Entroware Proteus

Nonostante Windows 10 e macOS sono i sistemi operativi più diffusi nel mondi consumer, se si guarda al mondo aziendale i computer con a bordo una qualche distro di Linux la fanno da padrone. A questo proposito vi segnaliamo che l’azienda britannica Entroware ha appena rinnovato i propri laptop della serie Helios e Proteus dotati di Ubuntu con CPU fino alla Intel Core i9-9900K e GPU fino alla Nvidia GeForce RTX 2080.

Entroware Helios è una bestia, pesando almeno 4 KG e disponendo di un alimentatore da 330 watt. Supporta anche fino a 64 GB di memoria DDR4-2666, fino a 12 TB di spazio di archiviazione e supporta più display grazie a una porta HDMI, 2 Mini DisplayPort, una porta Thunderbolt 3 e una porta USB-C Gen 2.

Dispone inoltre di quattro porte USB 3.1 Type-A, una presa Ethernet, un lettore di schede SD e quattro jack audio (cuffie, ingresso linea, uscita linea e ingresso microfono). Insomma, si tratta di una workstation pensata non per tutti, anche perché si parla di prezzi di oltre 2.000 euro.

Se state cercando qualcosa di un po’ più leggero ed economico, il modello Apollo da 14 pollici è stato recentemente aggiornato con il supporto per un processore Intel Core i7-8565U Whisky Lake. Questo modello non supporta la grafica dedicata e arriva ai 32 GB di RAM DDR4-2400 e 6 TB di storage. Il tutto per un prezzo base di 750 euro.

Anche il laptop Proteus da 15.6 pollici e Zeus da 16 pollici di Entroware sono stato aggiornato di recente con i processori Intel Core i7-8750H della famiglia Whisky Lake.e grafica NVIDIA GeForce Max-Q.

Considerando che Entroware è un brand che spedisce anche in Italia, se siete interessati vi lasciamo al link dedicato al suo shop.

Fonte: Liliputing

Comments

TuttoTech, il tuo nuovo punto di riferimento per la tecnologia

2018 © TuttoTech.net di Mikhael Costa - MK Media S.r.l. c.r. - P.Iva: 08123000963 Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.

To Top