Auto

Peugeot 208 totalmente elettrica arriverà nel 2019 per contrastare la Renault Zoe

Peugeot 208 elettrica

Renault e Peugeot, dopo essere stati in “guerra” sulle auto a motore termico, hanno appena portato il loro rapporto nel settore delle auto elettriche. Stando a diverse indiscrezioni provenienti da siti specializzati (Largus, Breezcar e Auto Moto), il marchio del leone arriverà a solleticare il diamante nel 2019, commercializzando una nuova versione della sua Peugeot 208 totalmente elettrica.

L’obiettivo per la Peugeot 208 è rivaleggiare nel migliore dei modi con la Renault Zoe, ovvero l’auto elettrica più venduta del 2018.

Anche se la Renault dovesse anche introdurre un altro modello ibrido della sua Clio 5 nel 2019, è tra la Zoé e la Peugeot 208 elettrica che la battaglia avrà luogo. Quest’ultima cercherà di trovare un posto in una nicchia in piena evoluzione, attualmente dominato dalla prima con 17.038 unità vendute nel 2018, secondo le cifre del Comitato dei costruttori di automobili francesi (CCFA), corrispondenti a più della metà auto elettriche introdotte sul mercato lo scorso anno.

Quali novità avrà la Peugeot 208? Un motore elettrico con potenza di 136 cavalli in primo luogo, contro i 90 cavalli per la Zoe. A ciò dovrebbe aggiungersi anche una batteria agli ioni di litio da 50 kW che garantisce 300 km di autonomia in base al ciclo WLTP. Di contro, il suo concorrente offre solo 135 chilometri. Non sono state riportate informazioni sulla velocità massima e sull’accelerazione.

Ma la sfida più importante sarà sicuramente sul prezzo di vendita. per la redazione di Auto Moto la Peugeot 208 elettrica arriverà a circa 30.000 euro, prezzo leggermente superiore al range dei prezzi della Zoe che oscilla tra 23.000 e 26.000 euro. Le sue prestazioni più allettanti però potrebbero in qualche modo giustificare questo prezzo.

Fonte: Frandroid

Comments

TuttoTech, il tuo nuovo punto di riferimento per la tecnologia

2018 © TuttoTech.net di Mikhael Costa - MK Media S.r.l. c.r. - P.Iva: 08123000963 Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.

To Top