TV & Streaming

iTunes Store non funzionerà sulla Apple TV di 1° gen a partire dal 25 Maggio

Apple TV 1° gen

Apple ha pubblicato l’altro ieri un nuovo documento di supporto che informa sulle modifiche alla sicurezza in corso di implementazione il 25 maggio prossimo. In particolare, esse impediranno che Apple TV di prima generazione e i PC che eseguono il sistema operativo Windows XP o Windows Vista utilizzino iTunes Store.

Apple ha anche iniziato a inviare messaggi di posta elettronica agli utenti con Apple TV di prima generazione attivi per avvisarli del cambiamento imminente.

Apple nota che i modelli di seconda generazione e successivi continueranno a funzionare con iTunes Store.

Il modello di prima generazione basata su un hard disk tradizionale è stata introdotta nel 2007 ed è stata soppiantata dal modello di seconda generazione basato su flash molto più piccolo alla fine del 2010. Il modello di prima generazione è stato ufficialmente dichiarato obsoleto da Apple alla fine del 2015.

Tutto quello che c’è da sapere sulla Apple TV:

Cos’è la Apple TV

La Apple TV non è altro che un set-top-box con a bordo tvOS che permette di accedere a molti servizi di streaming multimediale online (sia in Full HD che in 4K con l’ultima versione), così come a giochi e a tutti i dati contenuti su iCloud.

Dotata di un telecomando Bluetooth con batteria ricaricabile via cavo Lightning, permette una navigazione semplice, fluida e intuitiva grazie a un’interfaccia grafica minimale e immediata.

A differenza dei concorrenti di Amazon e Google, Apple non ha nel proprio catalogo un servizio di streaming video. Per questa ragione, la UI di tvOS non è personalizzata in maniera tale da mettere in mostra i contenuti di certi servizi sugli altri. Da questo punto di vista, è la migliore.

Apple TV 4K

La Apple TV di ultima generazione si differenzia dalle altre per la capacità di decodificare segnali video in risoluzione 4K e con tecnologia HDR. Ciò significa che permette la visione dei contenuti Netflix, Amazon Prime Video e di iTunes alla risoluzione massima del 4K.

Oltre a ciò, è dotata di un SoC molto più potente rispetto alle altre versione (il chip A10X Fusion, lo stesso degli iPad Pro) che ne fa una macchina perfetta per il gaming. A differenza però della Nvidia Shield TV, essa è limitata ai soli giochi presenti sull’App Store.

  • Dimensioni di 35 x 98 x 98 millimetri;
  • Peso di 425 grammi;
  • SoC A10X Fusion con architettura della CPU a 64 bit;
  • 32 o 64 GB di memoria interna;
  • 1x HDMI 2.0a e 1x Gigabit Ethernet;
  • Wi‑Fi 802.11ac con tecnologia MIMO; dual band simultanea (2,4GHz e 5GHz);
  • Bluetooth 5.0;
  • Supporto ai formati video H.264/HEVC SDR fino a 2160p, 60 fps – HEVC Dolby Vision (Profile 5)/HDR10 (Main 10 Profile) fino a 2160p

Come configurare la Apple TV

La procedura di accensione è molto semplice. Basta solo collegare il cavo di alimentazione e un cavo HDMI (non fornito in confezione) e premere un pulsante qualsiasi del telecomando.

Apple ha da sempre guidato la classifica in fatto di semplificazione nella configurazione di un proprio dispositivo e con la Apple TV non è stata da meno.

Un po’ come avviene con gli AirPods, su tvOS è necessario solamente attivare il Bluetooth su un iPhone, un iPad o un iPod Touch aggiornato ad iOS 11 e, in maniera automatica, la Apple TV si accoppierà a preleverà tutti i dati della rete WiFi, così come dell’account iCloud, evitando quindi la digitazione a mano con il telecomando.

Quanto costa la Apple TV

Attualmente Apple ha nel proprio listino sia la versione tradizionale che la versione 4K di Apple TV. In base alle proprie esigenze, è possible acquistare:

Considerato che la differenza di prezzo fra le due versioni non è abissale, il nostro consiglio è quello di puntare sulla versione 4K. Relativamente allo storage, non essendo possible riprodurre contenuti locali, la versione da 64 GB torna utile solo se si vogliono installare molti giochi.

Servizi disponibili sulla Apple TV

Trattandosi di un set-top-box pensato principalmente per lo streaming di contenuti video e musicali, essa può accedere a moltissimi servizi differenti, fra cui:

  • Netflix;
  • YouTube (senza supporto al 4K);
  • Amazon Prime Video;
  • Eurosport Player;
  • MUBI;
  • Red Bull TV;
  • NBA TV;
  • MLB TV;
  • Serie A TIM;
  • TED;

Oltre a ciò, la Apple TV permette l’accesso a tutti i dati multimediali dell’ecosistema iCloud. Ciò significa gli acquisti di film e serie TV su iTunes (convertiti gratuitamente in UHD se si è in possesso della versione 4K), le foto dello Streaming di iCloud, la libreria musicale di iTunes e l’intero catalogo di Apple Music (se si è abbonati).

Siri sulla Apple TV

Considerata una colonna portante di tutto l’ecosistema Apple, l’assistente digitale Siri permette, così come su iPhone e iPad, di effettuare delle ricerche online, conoscere i risultati degli eventi sportivi, riprodurre un determinato filmato o canzone e controllare i dispositivi HomeKit semplicemente con i comandi vocali.

L’attivazione di Siri avviene attraverso il pulsante dedicato presente sul telecomando Bluetooth.

Apple TV come hub per HomeKit

A partire da iOS 10, Apple ha implementato il protocollo HomeKit che consente di controllare tutti i dispositivi domotici compatibili sia con gli iDevice che con Siri. Che si tratti di lampadine smart o elettrodomestici non importa, basta che abbiano il supporto a HomeKit.

Per via della struttura del protocollo, per poter controllare gli accessori domotici da remoto, ovvero quando non si è collegati alla stessa rete WiFi, è necessario un hub. Nel caso di HomeKit, la funzione di hub può essere svolta o da un iPad o da una Apple TV.

Dal momento che il set-top-box è un qualcosa pensato per essere utilizzata collegata alla TV e non in movimento, sfruttarla come hub HomeKit è un’ottima soluzione.

Apple TV rispetta l’ambiente

Nonostante non sia un qualcosa che torna utile, in maniera diretta, a coloro che la acquistano, Apple ci tiene a far sapere che nelle Apple TV vi è:

  • Assenza di BFR
  • Assenza di PVC
  • Rispetto degli standard ENERGY STAR 5.0

Nel telecomando Bluetooth inoltre vi è:

  • Vetro privo di arsenico
  • Assenza di BFR
  • Assenza di PVC
  • Guscio in alluminio riciclabile

Via

Comments
To Top