Telefonia

Il tuo dispositivo supporta l’Host USB? Scoprilo con un tool

Sulle pagine di XDA è comparso un nuovo interessante tool che permette di conoscere la compatibilità del proprio dispositivo Android con la funzionalità di Host USB.

Il tool si chiama USB Host Diagnostics ed è stato sviluppato dal famosissimo developer Chainfire, noto per aver reso compatibili su molti SoC i giochi ottimizzati per Tegra 2 grazie all’applicazione Chainfire 3D o anche per aver sviluppato tantissimi interessanti kernel moddati con i quali ottenere i permessi di Root.

La funzionalità di Host USB è davvero molto utile, in quanto permette di collegare moltissime periferiche dotate della famosa uscita Universal Serial Bus; potrete quindi collegare chiavette, hard disk esterni, controller, mouse, tastiere e quant’altro al vostro dipositivo Android.

Molti tra i più importanti smartphone e tablet stanno iniziando ad integrare questa funzionalità, tra i più famosi possiamo citare il glorioso Samsung Galaxy S2, ma anche il nostro amato Galaxy Nexus e tanti altri. Purtroppo però, vuoi per questioni di alimentazione, vuoi per questioni di driver, non è possibile connettere alcune periferiche. Di recente ho vissuto io stesso sulla mia pelle un disguido di questo tipo; ho provato a connettere il controller dell’Xbox 360 con il mio Galaxy Nexus per poter giocare a GTA III, ma non ne ha voluto sapere di farsi riconoscere, in passato avevo invece avuto problemi di questo tipo anche con Galaxy S2, con il quale non potevo connettere alcuni mouse per problemi di alimentazione.

Effettivamente andrebbe fatta un po’ di chiarezza sulla questione e occorrebbe che, sia Google che i vari produttori hardware, stabilissero dei paletti per regolamentare in maniera più chiara questa utilissima funzionalità. Attuando provvedimenti di questo tipo, l’operazione potrebbe risultare fruibile ad un bacino d’utenza sempre maggiore, diventando di fatto una prassi di dominio comune e non più la classica “nerdata” utile a pochi abili conoscitori delle mille sfaccettature di Android. Ecco quanto dichiarato da Chainfire in merito alla dibattuta questione:

There are even cases where OEMs advertise USB host support, but the device does not support it at all. It appears as if USB host support isn’t tested by Google or the OEMs when they push out new firmwares and devices at all.

Nell’attesa che Google faccia chiarezza sulla questione, Chainfire ha creato un utile tool che vi permetterà di verificare se il vostro terminale sia compatibile con l’USB Host, in questo modo potrete conoscere l’eventuale radice di un malfunzionamento e “metterci una pezza” o cercare di aggirarlo. E’ stato inoltre creato un utile database online nel quale viene specificata l’eventuale compatibilità con l’Host USB per moltissimi terminali Android, oltre a sapere se il vostro dispositivo sia compatibile, viene anche specificato se per fruire di questa funzionalità sia necessario avere i permessi di Root (permessi che sono comunque necessari per fare la diagnosi). Qui trovate invece il thread ufficiale di XDA.

USB Host Diagnostics è disponibile gratuitamente su Android Market e, per effettuare una diagnosi del vostro terminale, necessiterà (come appena detto) dei permessi di Root. Una volta completata la diagnosi vi verrà chiesto di pubblicare in rete i risultati ottenuti sul vostro terminale, in questo modo verrà arricchito ancor di più il prezioso database online.

Per chi non lo sapesse, ricordo che per sfruttare la funzionalità di Host USB, sarà necessario essere muniti di un cavo USB OTG (USB On The Go) dotato di uscita maschio microUSB e femmina USB standard; il cavo si trova facilmente in rete ad un prezzo contenuto, non superiore ai 5/6 euro.

Via

Comments
To Top