Rimodulazione Wind Fibra

Potremmo benissimo esordire con un “ci risiamo!”. Dopo Vodafone, anche Wind ha deciso di rimodulare al rialzo il costo di alcuni abbonamenti di rete fissa. In particolare, alcune offerte di Wind Fibra (FTTC) e Wind ADSL, dal prossimo ottobre, avranno un aumento di 2,50 euro mensili.

In particolare, le offerte in ADSL e FTTC coinvolte dall’aumento di 2,50 euro al mese sarebbero: Absolute ADSL e Absolute+ anche nelle versioni 20 Mega; Absolute Fibra e Absolute Fibra 30, 50, 100; All Inclusive, All inclusive Unlimited, All inclusive Fibra e All Inclusive Unlimited Fibra. La comunicazione della rimodulazione arriva nella fattura.

La giustificazione di Wind per l’aumento di alcuni dei suoi abbonamenti è la seguente:

A seguito della sopravvenuta esigenza di modifica del posizionamento dell’offerta e con la necessità di consentire a Wind di continuare a fornire livelli di servizio in linea con le crescenti esigenze del mercato, a partire dal 5 ottobre 2018, il costo di alcune offerte di rete fissa sarà incrementato di 2,5 euro al mese.

Come recedere dal contratto senza penali

Trattandosi di una odifca unilaterale al contratto, chiaramente i clienti coinvolti dalla modifica contrattuale potranno recedere senza costi o penali entro e non oltre il 4 Ottobre 2018 attraverso l’invio di una comunicazione che avrà come causale di recesso “modifica delle condizioni contrattuali” attraverso uno dei seguenti canali:

  • Lettera raccomandata A/R all’indirizzo WIND Tre SpA. – Servizio Disdette – Casella Postale 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano; PEC all’indirizzo servizioclienti155@pec.windtre.it;
  • Tramite punto vendita Wind di proprietà oppure chiamando il 155 per acquisire la richiesta ed accertando l’identità dell’intestatario della linea;
  • Inviando una richiesta da Area Clienti Wind dalla sezione Assistenza Guidata

Come se non bastasse, ricordiamo che dal 20 Settembre 2018 il contributo per l’invio della fattura in formato cartaceo passerà a 2 euro.