Home Smart Home Recensioni Recensione Dreame Bot L10 Pro, il robot aspirapolvere che non ti aspetti

Recensione Dreame Bot L10 Pro, il robot aspirapolvere che non ti aspetti

0

Recensione Dreame Bot L10 Pro – Se c’è un mercato in costante fermento ed evoluzione è sicuramente quello degli aspirapolvere robot, dove numerosi produttori continuano a sfornare nuovi prodotti. Sulla carta potrebbero sembrare tutti uguali, ma andando a vedere nel dettaglio è possibile osservare una costante evoluzione, soprattutto negli algoritmi di navigazione.

L’ultimo modello che abbiamo provato è Dreame Bot L10 Pro, ha decisamente tutte le carte in regola per diventare uno dei migliori attualmente sul mercato. Non dispone di una stazione di svuotamento automatico, funzione sempre più comune tra i modelli di punta dei vari brand, ma il produttore ha puntato sulla potenza di aspirazione e sull’algoritmo di navigazione per ottenere risultati strepitosi.

Materiali e accessori

Dal punto di vista estetico Dreame Bot L10 Pro non porta particolari novità, con una forma circolare e la torretta laser spostata nella parte anteriore del dispositivo, per lasciare posto allo sportello che permette di accedere al cassetto di raccolta della polvere. Nella parte inferiore è presente la spazzola principale, con le setole disposte in modo tale da evitare (o ridurre comunque al minimo) l’ingarbugliamento di peli e capelli.

È presente una sola spazzola laterale, sul lato destro del robot, che aiuta soprattutto a pulire vicino al battiscopa e attorno ai mobili. Nella parte inferiore è possibile installare il serbatoio per l’acqua, che contiene 270 ml di acqua, il cui rilascio è controllato elettricamente, per evitare di bagnare nelle aree escluse tramite l’applicazione.

Recensione Dreame Bot L10 Pro, il robot aspirapolvere che non ti aspetti 1

Nella confezione di vendita, oltre al robot aspirapolvere, troviamo solo l’essenziale: la base di ricarica, con relativo cavo di alimentazione, una spazzola laterale, un serbatoio dell’acqua e un panno in microfibra per la pulizia del pavimento. Niente parti di ricambio, che andranno acquistate separatamente al momento del bisogno.

Funzionalità e prestazioni

Leggendo la scheda tecnica di Dreame Bot L10 Pro c’erano tutte le premesse per un ottimo sistema di pulizia, e non siamo stati smentiti. Il nuovo sistema LiDAR, realizzato con due laser che scansionano l’abitazione, è uno dei migliori che abbiamo mai provato, senza ombra di dubbio. Anche gli ostacoli improvvisi vengono evitati senza problemi, con il robot che rallenta e li evita, senza mettere a rischio mobili, animali domestici o complementi di arredo delicati.

Con una portata di 8 metri il doppio laser è in grado di ricostruire molto rapidamente, e con una grande precisione, la planimetria della casa, riportandola sul vostro smartphone grazie alla companion app. Quest’ultima risulta indispensabile per sfruttare al meglio il robot, grazie alla suddivisione automatica delle stanze, che dopo il primo ciclo di “riconoscimento” vengono pulite in maniera intelligente con l’algoritmo che sceglie il percorso ottimale per ciascuna di esse.

Grazie a pochi tocchi è possibile impostare una sequenza personalizzata di pulizia, per ottimizzare il percorso del robot, pulire solo una determinata stanza, o una serie di stanze, e creare delle No-Go Zone all’interno delle stanze, magai per evitare mobili particolari. Ovviamente potete lasciar fare tutto all’algoritmo intelligente e osservare come la casa viene sistematicamente pulita, con tempi che andranno a decrescere nel corso del tempo. È inoltre possibile creare delle barriere virtuali per evitare che il robot entri in alcune stanze, magari dove dorme un bambino o nel vostro studio mentre state lavorando.

Recensione Dreame Bot L10 Pro, il robot aspirapolvere che non ti aspetti 2

Il sistema di mappatura della casa crea un ambiente tridimensionale virtuale, all’interno del quale il robot si muove in maniera precisa e sicura, senza mostrare alcuna incertezza. Anche la pulizia di una singola stanza avviene in maniera precisa, col robot che si sposta per la casa avendo chiaramente presente la destinazione finale e scegliendo sempre il percorso migliore per raggiungerla.

Le ruote artigliate permettono di superare piccoli dislivelli (un paio di centimetri), cavi e di salire senza problemi anche sui tappeti più alti e soffici. In questo caso la potenza di aspirazione viene automaticamente adeguata per garantire la massima pulizia.

Come per la maggior parte dei modelli evoluti in commercio, anche Dreame Bot L10 Pro è in grado, qualora la batteria scendesse al 20%, di ritornare alla base, ricaricare l’accumulatore e riprendere la pulizia dal punto esatto in cui si era interrotto. Nei nostri test non è mai successo, anche se abbiamo volutamente lasciato scaricare la batteria con alcuni giri a vuoto al fine di testarla. Il posizionamento è stato perfetto, e nessun’area della casa è stata lasciata indietro.

Non manca la possibilità di controllare il robot tramite Amazon Alexa, permettendovi così di controllarlo con i comandi vocali senza alzarvi o senza dover utilizzare lo smartphone per iniziare le operazioni.

Autonomia

L’autonomia è comunque esagerata, oltre due ore e mezza sufficienti per pulire un ambiente fino a 250 metri quadri. Nel nostro caso la pulizia di un ambiente da circa 120 metri quadri complessivi ha consumato meno della metà della batteria, lasciando circa il 55% di carica residua, più che sufficiente per una doppia pulizia di alcune aree o stanze. Ovviamente l’autonomia scende se utilizzerete anche la funzione di lavaggio del pavimento o se avete un grande numero di tappeti, che richiedono una maggiore potenza di aspirazione per essere puliti.

Se avete case molto grandi, o posizionate su più piani, potrete quindi effettuare una pulizia completa con una singola carica, pianificando la pulizia quando non siete a casa (per ambienti su un solo piano) o nel weekend per una pulizia completa. Nulla vieta ovviamente di pulire ogni giorno un piano diverso, pianificando il tutto tramite la companion app.

Da segnalare rumorosità ridotta, appena 65 decibel, che permettono di pulire anche mentre dormite, senza disturbare particolarmente i vicini di casa. Questo risultato è stato ottenuto con un sistema a cinque stadi, con cotone fonoassorbente, un particolare condotto di aspirazione, una bassa trasmissione delle vibrazioni e del suono all’interno del robot, ingranaggi studiati per essere silenziosi e un controllo efficace delle vibrazioni trasmesse dal motore. Molto efficace anche la filtrazione dell’aria in uscita, con un sistema a doppio strato che aumenta considerevolmente l’efficienza e migliora sensibilmente la qualità dell’aria in uscita.

Chiudiamo con una nota per il raccoglitore dello sporco, molto capace con i suoi 570 ml. Può raccogliere lo sporco di una intera settimana, anche se molto dipende dallo sporco che viene portato in casa, così da poter essere svuotato regolarmente, magari nel weekend.

Conclusioni

Recensione Dreame Bot L10 Pro, il robot aspirapolvere che non ti aspetti 3

Cosa dire dunque di questo Dreame Bot L10 Pro? La new entry nel mercato degli aspirapolvere robot entra di diritto tra i migliori modelli sul mercato, grazie a un sapiente uso della tecnologia a sua disposizione. Un sistema di navigazione pressoché perfetto, la possibilità di personalizzare la sequenza di pulizia delle stanze, ottima se siete in casa mentre il robot sta pulendo, e la potenza di aspirazione che non tralascia né il detrito più piccolo né quello più grande, lasciando una casa pulita e perfetta.

Grazie al coupon offerto da AliExpress e al coupon DREAMEL10BRA, potete ottenere un prezzo finale di 299 euro, davvero straordinario se pensiamo alla qualità del prodotto, davvero molto elevata. Fino all’11 maggio in regalo, per chi acquista Dreame Bot L10 Pro utilizzando il link sottostante, anche uno spazzolino Oclean X Pro e una confezione con due panni in microfibra per il lavaggio del pavimento.

Acquista Dreame Bot L10 Pro su AliExpress a 299 euro