Bici elettriche

Le bici elettriche tornano al centro dell’attenzione del Governo Conte bis attraverso la previsione del bonus mobilità nel cd. Decreto Clima (Decreto legge per il contrasto dei cambiamenti climatici e la promozione dell’economia verde) quale prima misura per rendere operativo il Green New Deal e punto importante della Legge di Bilancio 2020.

Incentivi alle bici elettriche: fino a 1.500 euro a chi rottama veicoli inquinanti

Il menzionato bonus mobilità va più correttamente inquadrato come bonus in caso di rottamazione di auto e moto inquinanti e permetterà ai soggetti in possesso dei requisiti previsti di ottenere incentivi da 500 a 1.500 euro per l’acquisto di bici elettriche (ma non solo).

Primo requisito fondamentale per avere diritto al bonus, infatti, è quello di rottamare entro il 31 dicembre 2021 un’automobile di classe Euro 3 o inferiore oppure una moto o un ciclomotore fino a Euro 2 o Euro 3 se con motore a due tempi.

L’entità del bonus varia a seconda del veicolo rottamato: per le auto sarà quello massimo di 1.500 euro, mentre per moto e scooter sarà ridotto a 500 euro. Il bonus, spendibile anche per il trasporto pubblico e per i servizi di sharing, potrà anche essere sfruttato parzialmente per più spese (ad esempio una parte per una bici elettrica e una parte per un abbonamento per i mezzi di trasporto pubblici).

Tra la fine del mese di marzo e l’inizio di aprile dovrebbe essere creato un apposito portale del Ministero dell’Ambiente per la gestione dei bonus mobilità. Attraverso questo portale, seguendo le istruzioni prescritte e inserendo i propri dati e ovviamente il certificato di rottamazione del proprio veicolo, il cittadino potrà ottenere un buono in forma virtuale, che sarà poi valido per tre anni, dunque spendibile entro il 2024. I bonus in questione saranno richiedibili fino ad esaurimento dei fondi stanziati, pari a 255 milioni di euro fino al 2024.

Queste misure di incentivazione della mobilità elettrica sono rivolte ai cittadini residenti in città sottoposte a procedure di infrazione Ue per il superamento delle soglie di inquinamento, in aree metropolitane e in città con oltre 50 mila abitanti nelle Regioni Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto.

Leggi anche: Monopattini elettrici: regole definitive e sanzioni previste