Cultura Tech

Auto elettriche: la diffusione è rallentata dalle concessionarie?

Tesla Supercharger

Il futuro della sostenibilità, sottolineato anche dal sindaco di Roma durante il Gran Premio di Formula E, è sicuramente l’elettrico. L’abbandono dei combustibili fossili come sistema di combustione e quindi, indirettamente, di locomozione, porterà vantaggi su molto aspetti, primo fra tutti la salute. Tuttavia, sembra che in Europa più che in ogni altra parte degli USA e dell’Asia, le vendite di auto elettriche stentano a decollare.

Attraverso uno studio realizzato dai ricercatori delle Università di Aarhus, Danimarca, e del Sussex, e pubblicato su Nature Energy, è stato scoperto che una delle principali cause a frenare lo sviluppo del mercato delle auto elettriche in Europa sarebbe da imputare alle concessionarie di auto.

Dallo studio si apprende che la maggior parte dei consumatori non dispone di conoscenze pregresse sui veicoli elettrici e questo consente alle concessionarie di auto di influenzare fortemente le decisioni di acquisto.

Nel corso dello studio, i ricercatori hanno riscontrato anche che “i concessionari di automobili erano sprezzanti nei confronti dei veicoli elettrici, disinformando i clienti sulle specifiche dei veicoli e non erano predisposti ad avviare una conversazione sugli EV, il che orientava i clienti verso i veicoli a benzina e diesel“.

Auto elettriche consigli concessionarie

Uno studio che presenta alcuni buchi di fondo

Non abbiamo dati esatti per l’Italia ma, dal momento che Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia (gli stati in cui è stato condotto lo studio) hanno previsto delle misure molto restringenti sul fronte della benzina e del diesel a partire dai prossimi anni, non ci stupiremmo se anche da noi ci fosse una situazione simile.

C’è da dire comunque che lo studio non è ampissimo ma si basa su “126 esperienze di acquisto presso 82 concessionari di automobili in Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia”.

Un altro aspetto da tenere a mente è la tipologia di concessionaria: alcuni brand, come ad esempio Tesla, non si affidano a terzi ma hanno i propri negozi di vendita dove consigliare per il meglio le persone.

Via

Comments
To Top