Auto

Il MIT insegna alle auto a guida autonoma a cambiare corsia come gli umani mentre il consenso generale scende

Auto a guida autonoma

Le auto a guida autonoma non sanno davvero come cambiare corsia nelle autostrade trafficate come fanno le persone. Tendono a fare affidamento solo su modelli di dati relativamente statici che sono difficili da studiare nel mezzo del traffico o sono abbastanza basilari da consentire all’automobile di cambiare corsia solo quando è assolutamente necessario. Tuttavia, il CSAIL del MIT ha un modo migliore.

L’università ha sviluppato un algoritmo che permette alle auto a guida autonoma di cambiare le corsie in maniera molto più simile a come fanno gli umani, rispettando la sicurezza stradale.

La nuova tecnica è una modifica di un concetto familiare di “zone cuscinetto” che determina dove vanno le altre macchine e quanto è probabile che il veicolo senza conducente possa evitare una collisione. I sistemi precedenti calcolavano quelle zone in anticipo per risparmiare tempo, ma il MIT utilizza un approccio “matematicamente efficiente” che crea nuove zone sul posto e in tempo reale.

Il processo è influenzato dalla velocità e può persino essere personalizzato in base al livello di aggressività (in maniera simile a quanto avviene fra noi esseri umani), sebbene esista sempre una “garanzia di sicurezza” che dovrebbe evitare di fare manovre troppo azzardate.

Se però il MIT e le altre aziende impegnate nello sviluppo delle auto a guida autonoma fanno passi in avanti sul fronte della tecnologia, il consenso popolare sta rapidamente scendendo in seguito ai vari incidenti in cui sono state coinvolte tali auto.

Stando agli ultimi dati raccolti negli USA attraverso sondaggi, quasi i tre quarti (73%) dei conducenti americani riferiscono di avere troppa paura di guidare in un veicolo completamente autonomo. Questo numero è aumentato significativamente dal 63% alla fine del 2017, secondo un sondaggio condotto da AAA. Inoltre, quasi i due terzi (63%) degli adulti statunitensi riferiscono di sentirsi meno sicuri a condividere la strada con un veicolo a guida autonoma mentre camminano o vanno in bicicletta.

Via  Via  Fonte

Comments
To Top