TV & Streaming

Riaperta l’asta per i Diritti TV della Serie A per il triennio 2018/2021

Serie A

Era lo scorso Giugno quando la prima asta per i Diritti TV della Serie A per il triennio 2018/2021 non è andata a buon fine, con Sky unico concorrente ad aver presentato un’offerta. Ebbene, da oggi la Società della Lega Serie A ha ufficialmente riaperto l’asta.

La composizione dei vari pacchetti non è tanto diversa da quella del primo bando:

  • Pacchetto A: le gare di 8 “big” esclusa la Roma e sono indirizzati al satellite con valore che oscilla tra i 260 e i 275 milioni di Euro
  • Pacchetto B: le gare di 8 “big” esclusa la Roma e sono indirizzati al digitale terrestre con valore che oscilla tra i 260 e i 275 milioni di Euro
  • Pacchetto C: le gare di 8 “big” esclusa la Roma e sono indirizzati allo streaming sul web
  • Pacchetti D1 e D2: comprendono l’esclusiva per le altre 12 squadre, Roma inclusa, e sono destinati ad essere acquistati in coppia

L’obiettivo della Lega è quello di ricavare almeno 1 miliardo e 50 milioni di Euro, una cifra superiore ai 946 milioni a stagione incassati fino ad ora

Si tratta di due bandi ben distinti che saranno pubblicati sabato sul sito della Lega Serie A” – ha dichiarato il Commissario Straordinario, Carlo Tavecchio -. “E’ stato un percorso lungo, corretto e con spunti importanti, sostenuto dalle struttura della Lega, che voleva raggiungere assolutamente questo traguardo“.

Oltre alla riapertura dei bandi per i Diritti TV, Carlo Tavecchio ha anche confermato che “è stata rinnovata la sponsorizzazione con Nike e che è stato approvato all’unanimità il bilancio di esercizio 2016/2017, che presenta come da tradizione un discreto avanzo di gestione“.

Fonte

Comments
To Top