Web&Social

La censura dei leader mondiali non servirebbe a molto | Twitter

Esattamente come tutti i social network che offrono praticamente la libertà di espressione quasi incondizionata a tutti, Twitter è stata più volte criticata e invitata a prendere provvedimenti in merito. Fra di essi è stato proposto la soppressione degli account ufficiali dei principali leader mondiali. Tuttavia, il social non è parso molto convinto di questa soluzione.

Attraverso un post pubblicato sul proprio blog, ha spiegato il perché la censura sugli account dei principali leader mondiali non porterebbe nessun beneficio:

C’è stata molta discussione in merito alle figure politiche e ai leader mondiali su Twitter, e vogliamo condividere la nostra posizione. Twitter è qui per servire e aiutare a far progredire la conversazione pubblica e globale. Bloccare un leader mondiale da Twitter o rimuovere i loro controversi Tweet nasconderebbe informazioni importanti che la gente deve essere in grado di vedere e dibattere. Inoltre, non metterebbe a tacere quel leader, ma sicuramente ostacolerebbe la discussione necessaria sulle loro parole e azioni.

Insomma, i leader troverebbero lo stesso il modo per esprimere i propri pensieri (magari sui social concorrenti) e non sarebbe nemmeno giusto nei confronti della libertà di parola.

C’è da dire però che tutti i tweet (quelli dei leader mondiali inclusi) vengono sottoposti a revisione, “applicando le regole di conseguenza”.

Via  Fonte

Comments
To Top