Console & Videogames

Altro che Pokémon GO, Niantic Labs punterà forte su Ingress Prime

Forse non tutti sanno che Ingress, un gioco basato sulla realtà aumentata lanciato nel 2012 sia su Android che su iOS, è sviluppato da Niantic Labs (ai tempi sussidiaria di Google), la stessa software house che sta dietro a Pokémon GO. Il CEO John Hanke ha annunciato che nel 2018 il gioco verrà del tutto rinnovato con un major update che cambierà anche il nome in Ingress Prime.

Che apparteniate quindi alla Resistenza oppure agli Illuminati (le due fazioni che compongono il gioco), preparatevi a una rivoluzione sia nella trama che nelle interazioni legate alla realtà aumentata. Pur non avendo prove a supporto, crediamo che Ingress Prime supporterà le piattaforme di Google ARCore su Android e Apple ARKit su iOS.

Intervistato in merito a questo major update che dobbiamo attenderci per il 2018 (purtroppo nessuna data certa), il CEO di Niantic Labs, John Hanke, ha dichiarato che la nuova versione sarà un “nuovo client completamente riscritto”. Ingress Prime presenterà una trama rinnovata. Inoltre, egli suggerisce che “le cose non sono esattamente le stesse, ma l’arco narrativo generale è familiare”.

Ingress può essere considerato benissimo il punto di partenza su cui il progetto di Pokémon GO è iniziato. Grazie al feedback degli oltre 20 milioni di persone che hanno scaricato il gioco (il conteggio prende in considerazione sia Android che iOS), Niantic Labs è stata in grado di perfezionare l’interazione degli utenti con la realtà aumentata.

In attesa di saperne di più sul rilascio di Ingress Prime, vi vogliamo ricordare che Tim Cook crede che l’attuale realtà aumentata sia troppo acerba per degli smartglass.

Via

Comments
To Top