Computer

Google Chrome su Windows bloccherà in futuro le app di terze parti che causano crash

Google Chrome

A partire da Google Chrome 66 (atteso al rilascio ad Aprile del 2018) per Windows, verrà avviato un processo che porterà al blocco di tutte le interazioni con le app di terze parti che causano il crash dello stesso.

Forse non tutti sanno che Chrome su Windows interagisce costantemente con applicazioni e software di terze parti installati nel computer. Quest’interazione, se nella maggior parte dei casi aiuta gli utenti a ottenere informazioni più velocemente o a metterli a sicuro da virus e malware, alle volte causano il crash del browser web per via di codici non ottimizzato al meglio.

Circa due terzi degli utenti di Windows che usano Chrome hanno altre applicazioni sui propri computer che interagiscono con lo stesso, come l’accessibilità o i software antivirus. Sfortunatamente, gli utenti con software che inietta codice in Chrome per Windows hanno il 15% in più di probabilità di subire arresti anomali.

L’alternativa proposta da Google (e resa obbligatoria da Chrome 68) è l’utilizzo delle estensioni presenti sul Chrome Web Store, le quali sono state analizzate e ottimizzate per l’utilizzo in sinergia con il browser web:

Con le estensioni di Chrome e il Native Messaging, ora esistono alternative moderne al codice in esecuzione all’interno dei processi di Chrome. A partire da Luglio 2018, Chrome 68 inizierà a bloccare il software di terze parti dall’iniezione di codice nella versione per Windows.

Il processo verrà finalizzato nel Gennaio del 2019

Il processo del passaggio avverrà in tre fasi ben distinte, la prima delle quali sarà il rilascio di Google Chrome 66 nell’Aprile del 2018. In tale occasione, gli utenti saranno avvisati delle problematiche causate dalle app di terze parti. In Chrome 68 (Luglio 2018) verrà introdotto un pop-up per permettere agli utenti di evitare l’interazione con i software di terze parti. Infine, con Chrome 72 (Gennaio 2019) il blocco sarà fatto in maniera automatica.

Via  Fonte

Comments
To Top