Cultura Tech

Amazon ha brevettato un drone che si autodistrugge in caso di emergenza

Rimaniamo in tema aereo e, dopo avervi parlato del primo lancio del Falcon Heavy di SpaceX previsto entro la fine dell’anno, vi comunichiamo che Amazon ha registrato un brevetto inerente un drone aereo in grado di autodistruggersi in caso di emergenza.

Amazon sta sperimentando sempre di più le nuove possibilità offerte dalla tecnologia moderna circa la consegna degli ordini effettuati dai propri clienti. L’utilizzo di droni aerei sembra essere l’obiettivo finale (il settore Amazn Prime Air sta già lavorando sodo), con una flotta di droni che in futuro si librerà e procederà a consegnare i pacchi “nell’ultimo miglio”.

L’utilizzo di questi apparecchi però fa aumentare il rischio di incidenti potenzialmente mortali, soprattutto considerando che il volo avverrebbe al di sopra dei centri cittadini.

Come funzionerà l’autodistruzione dei droni Amazon Prime Air

Il brevetto descrive come un “controller a frammentazione” posto a bordo dovrebbe azionarsi in caso di un guasto catastrofico, come una batteria che esplode o un guasto del propulsore. Il computer studierà rapidamente la traiettoria di volo del drone, le condizioni meteorologiche e il terreno vicino, prima di iniziare una “sequenza di autodistruzione”, in cui il drone lentamente si smantellerà a mezz’aria.

Potrebbe sembrare una scelta contro intuitiva ma c’è da dire che se il drone deve andare incontro a uno schianto, meglio che questo avvenga con diversi pezzi piccoli.

Dalla descrizione del brevetto apprendiamo che: “durante la sequenza di frammentazione, è possibile rilasciare una o più componenti dell’UAV [veicolo aereo senza equipaggio]. In tal modo, il peso, la velocità, il coefficiente di resistenza aerodinamica e altri fattori correlati all’UAV possono essere modificati”.

Chiaramente siamo ancora lontani dal vedere costantemente una flotta di droni Amazon volare sopra le nostre teste ma il colosso americano sta ponendo già le basi per le consegne del futuro.

Via

Comments
To Top