Computer

Ecco la classifica aggiornata della Top500 dei supercomputer

Attraverso la nuova edizione della Top500 legata ai supercomputer presenti nel mondo, abbiamo scoperto che gli USA hanno perso il primato per il numero di unità presenti nel proprio territorio in favore della Cina.

Il Governo cinese, che già da tempo ha commissionato supercomputer più potenti rispetto a quelli degli USA, adesso può contare su 202 unità contro le 144 degli Stati Uniti. Si tratta di un sorpasso storico che testimonia quando la Cina vuole primeggiare nelle tecnologie del XXI secolo.

Dando uno sguardo alla classifica di sei mesi fa, gli USA erano in testa con 169 unità contro i 160 della Cina. Si tratta di un inversione di tendenza che ha permesso non solo di ridurre a zero il precedente gap ma anche di allargarlo a parti invertite.

I supercomputer più potenti al mondo

Rispetto allo scorso Luglio invece non vi sono differenze nei primi posti dei supercomputer più potenti al mondo: la classifica è ancora guidata dal cinese Sunway TaihuLight con prestazioni di 93,01 petaflops misurate in High Performance Linpack (HPL). A seguire troviamo il Tianhe-2 (Milky Way-2) con 33,86 petaflops. Chiude il podio supercomputer svizzero Piz Daint con 19,59 petaflops, dopo l’aggiornamento dello scorso anno alle Nvidia Tesla P100.

Volendo snocciolare altre statistiche della Top 500, per la prima volta tutti i primi 10 supercomputer hanno raggiunto una potenza di oltre 10 petaflops, il sistema più efficiente si chiama Shoubu System B e offre un’efficienza di 17 gigaflops/watt. Poco sotto il Suiren2 con 16,8 gigaflops/watt e al terzo posto il Sakura a seguire a 14,2 gigaflops/watt.

La classifica è in continuo mutamento e probabilmente nel giro di uno o due anni assisteremo alla conquista della vetta di un nuovo sistema.

Via

Comments
To Top