Computer

Intel ha realizzato una prima CPU quantistica miniaturizzata

Si sente dire spesso che i computer quantistici avranno un impatto molto profondo sull’evoluzione tecnologica futura. Ciò che non si sente dire spesso invece è che attualmente essi sono di dimensioni molto grandi e necessitano di specifiche condizioni di temperatura al fine di operare nel migliore dei modi. Intel ha però fatto un primo passo verso la miniaturizzazione, realizzando la prima CPU quantistica di test.

Quella che vedete nell’immagine è effettivamente la CPU quantistica sviluppata da Intel e testata nei laboratori della QuTech in Olanda. Le sue dimensioni sono paragonabili a quelle delle CPU tradizionali che funzionano col codice binario.

Un altro vantaggio di questa prima CPU quantistica di test sviluppata da Intel è l’operabilità anche a temperature leggermente più elevate rispetto ai computer quantistici tradizionali (250 volte più freddo dello spazio).

Sul fronte delle prestazioni, la CPU quantistica di Intel può vantare 17 qubits e un trasferimento di informazioni da 10 a 100 volte rispetto ai processori tradizionali. Inoltre, grazie alla particolare scocca che tiene separati i qubits, è soggetta a minor interferenze elettromagnetiche.

Ciò non toglie comunque per il momento si tratta ancora di un chip di test le cui componenti sono estremamente fragili:

La nostra ricerca quantistica è progredita fino al punto in cui il nostro partner QuTech sta simulando i carichi di lavoro di algoritmi quantistici e Intel sta realizzando regolarmente nuovi chip quantistici nei nostri impianti di produzione all’avanguardia.

L’esperienza di Intel nella fabbricazione, nell’elettronica di controllo e nell’architettura ci distingue e ci servirà sicuramente mentre ci avventuriamo in nuovi paradigmi di calcolo, dal neuromorfo al calcolo quantico. – Dr. Michael Mayberry, Intel Labs

Via  Fonte

Comments
To Top