Smartphone

Come funziona il Face ID di iPhone X? Ecco tutti i dettagli

Face ID

Il Face ID è, senza dubbio, la novità tecnologica più interessante del prossimo iPhone X. L’innovativo sistema di sblocco, ideato da Apple, permetterà al vostro dispositivo di sbloccarsi tramite un accurato riconoscimento facciale.

Nei giorni scorsi l’azienda di Cupertino ha pubblicato online un manuale intitolato “Face ID Security“, in cui spiega le principali funzionil’affidabilità dell’identificazione del volto, la privacy dei nostri dati sensibili – del nuovo sistema di sblocco.

La scansione del volto sarà unica e personale. L’utente, infatti, per permettere lo sblocco dello smartphone, dovrà rivolgere, intenzionalmente, l’attenzione sulla TrueDepth o fotocamera anteriore. Tutto questo è stato pensato per evitare sblocchi accidentali –  il Face ID ha una probabilità di errore di 1 su 1.000.000, mentre il Touch ID 1 su 50.000 (dati ufficiali Apple) – del dispositivo e per tenere al sicuro i vostri dati sensibili.

Come funziona il Face ID?

Il processo di riconoscimento è assai complicato: la TrueDepth, una volta confermata la presenza di un volto, inizierà a leggere e a proiettare più di 30.000 punti infrarossi che andranno a formare, poi, contemporaneamente  una mappa facciale e un’immagine in tre dimensioni del volto. Tutti i dati raccolti vengono, poi, criptati e inviati all’Enclave Sicura del chip A11 Bionic che attraverso dei complicati calcoli matematici inizierà un confronto tra i vari modelli “facciali” presenti in memoria. Al termine di questa operazione – durerà solo pochi millesecondi – il dispositivo si sbloccherà soltanto quando i due modelli matematici combaceranno.

Apple ha anche dichiarato, inoltre, che il Face ID funzionerà perfettamente anche in caso di assenza di luminosità e sarà in grado di riconoscere anche le diverse modifiche del volto: crescita della barba, presenza di occhiali o di altri oggetti. E potrebbe, però, non funzionare correttamente alla presenza del volto di un bambino o una bambina al di sotto dei tredici anni, in quanto il continuo cambiamento dei tratti somatici del viso potrebbero trarre in inganno il sistema di riconoscimento.

Come accade con il Touch ID, anche il Face ID si disattiverà al verificarsi di alcune condizioni specifiche:

  • Il dispositivo è stato appena avviato o riavviato (motivo per il quale alla presentazione del nuovo iPhone non ha funzionato al primo colpo);
  • Il dispositivo non è stato sbloccato da più di 48 ore;
  • Il dispositivo ha ricevuto un comando di blocco remoto;
  • Dopo cinque tentativi falliti di riconoscere un volto;
  • Dopo aver inizializzato il processo di spegnimento / SOS lasciando premuto i tasti per la selezione del volume e quello laterale per due secondi.

Insomma questa nuova tecnologia – Face ID – sembra essere davvero interessante. Vedremo, comunque, con l’uscita del iPhone X, se sarà così funzionale.

Comments
To Top