Web&Social

Facebook bloccherà le pubblicità delle pagine che pubblicizzano Fake News

Sin dalle elezioni presidenziali statunitensi si è fatto un gran parlare delle Fake News che circolano in rete e, in special modo, sui social network. Con il suo bacino di oltre 2 miliardi di utenti, Facebook è stato messo sotto la lente di ingrandimento e criticato più volte per la sua “apatia” nell’arginar il problema.

Dopo diversi provvedimenti presi in merito, fra cui la “de-priorizzazione” delle Fake News sui news feed degli utenti e la collaborazione con alcune no profit per il controllo delle news che non sono effettivamente veritiere, ha deciso di prendere la cosa nel modo più serio possibile.

Facebook a muso duro contro le pagine che condividono Fake News

Da oggi infatti a tutte le pagine che pubblicizzeranno delle Fake News verranno bloccati i proventi provenienti dalle pubblicità. Perché in fondo tutto gira intorno a questo. Più click una determinata news ottiene e più sono i proventi derivanti dai banner pubblicitari posizionati in maniera strategica.

Questo aggiornamento aiuterà a ridurre la distribuzione di false notizie e la proliferazione di pagine che le diffondono per fare soldi. Abbiamo trovato istanze di Pages che utilizzano annunci di Facebook per costruire il loro pubblico e distribuire in modo più ampio le false notizie.

Ovviamente il blocco dei proventi non avverrà immediatamente non appena una pagina pubblicherà una news non veritiera ma avverrà solo nel caso di pubblicazioni ripetute:

Ora, se una pagina pubblica ripetutamente storie che sono state contrassegnate come false da parte di terzi, non saranno più in grado di acquistare annunci su Facebook. Se le pagine interrompono la condivisione di false notizie, potrebbero essere sufficienti per avviare nuovamente l’esecuzione di annunci.

Via  Fonte

Comments
To Top