Cultura Tech

Qinghai in Cina è stata resa autosufficiente per 7 giorni con sole energie rinnovabili

Energie rinnovabili

I vari periodi dell’ultimo secolo sono stati caratterizzati da delle corse all’innovazione tecnologia sotto varie forme. Negli anni 50′ ci fu la corsa agli armamenti fra Stati Uniti e Unione Sovietica mentre negli anni 60′ incominciò a svilupparsi la corsa allo spazio, e così via. Nel terzo millennio, la più importante corsa competitiva a cui stiamo assistendo è quella alle energie rinnovabili.

Attraverso gli accordi di Parigi del 2016 sono molte le decine di nazioni che si sono impegnate a sviluppare dei piani per ridurre le emissioni di gas serra al fine di frenare il surriscaldamento globale e tutti i problemi che da esso ne derivano e, nonostante il principale concorrente sembra essersi ritirato (gli USA), è la Cina che ha assunto il ruolo di “apri fila”.

A proposito della Cina, oltre a essere la nazione con la più alta concentrazione di fabbriche di pannelli solari (sia per uso interno che per l’esportazione), è anche la nazione che sta facendo più passi in avanti per cercare di rendere autosufficiente le proprie province sfruttando proprio le energie rinnovabili.

Il risultato più convincente lo si è raggiunto la scorsa settimana nella provincia di Qinghai, dove è stato possibile rendere tutte le persone autosufficienti circa la produzione di energia grazie all’utilizzo di fonti 100% rinnovabili per 7 giorni di fila.

La città, popolata da circa 5,2 milioni di abitanti, è stata la casa di un progetto potenzialmente rivoluzionario che potrebbe portare, in futuro, ad essere sempre meno dipendenti da carburanti fossili quali petrolio, gas e carbone.

Numeri impressionanti per le energie rinnovabili

Snocciolando un po’ di numeri, durante la settimana a zero emissioni, la città di Qinghai è stata in grado di generare 1,1 miliardi di KWh (l’equivalente di 535.000 tonnellate di carbone), di cui il 72,3% derivanti da centrali idroelettriche e il resto derivanti da pannelli solari e pale eoliche.

La scelta di Qinghai non è stata dettata dal caso. Essa infatti è già fra le principali province cinesi a usufruire di energie rinnovabili, le quali sostengono il suo fabbisogno totale per l’83,8% del totale.

Via

Comments

TuttoTech, il tuo nuovo punto di riferimento per la tecnologia

2017 © TuttoTech.net di Mikhael Costa - MK Media S.r.l. c.r. - P.Iva: 08123000963 Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.

To Top