Computer

L’attacco ransomware WannaCryptor fermato per caso

Torniamo a occuparci dell’attacco informatico ransomware WannaCryptor che in un paio di giorni ha messo in ginocchio l’Europa e ha colpito quasi cento Paesi.

Ebbene, pare che l’attacco informatico sia stato fermato ma la cosa curiosa è che il merito non è delle Autorità o di qualche azienda che si occupa di sicurezza informatica: l’eroe, infatti, è un “semplice” analista informatico di 22 anni.

Così come racconta su MalwareTech, il giovane si è accorto che WannaCryptor continuava a inviare richieste a uno specifico dominio non registrato e così, incuriosito e desideroso di studiare il virus, ha deciso di acquistarlo, spendendo circa 10 euro.

Nel momento in cui il dominio è stato attivato, le connessioni ad esso legate sono rapidamente divenute migliaia: era WannaCryptor che provava a raggiungerlo, così come stabilito dagli hacker che lo avevano creato.

A quanto pare, infatti, quello specifico sito era una sorta di interruttore di emergenza per WannaCryptor, il quale era programmato per continuare a diffondersi fino a quando non fosse stato online. Una volta registrato il dominio dall’analista britannico, WannaCryptor ha iniziato a “spegnersi”.

Fate attenzione: una nuova versione del virus è già in circolazione

Purtroppo non c’è tregua: pare, infatti, che sia già in giro una nuova versione di questo ransomware, pertanto tutti gli utenti sono invitati a scaricare le patch rese disponibili da Microsoft. Voi l’avete già fatto?

Via

Comments

TuttoTech, il tuo nuovo punto di riferimento per la tecnologia

2017 © TuttoTech.net di Mikhael Costa - MK Media S.r.l. c.r. - P.Iva: 08123000963 Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.

To Top