Computer

Windows XP: rilasciata la patch di sicurezza contro l’attacco ransomware

A poche ore dall’attacco ransomware che ha messo in ginocchio i PC di mezza Europa, Microsoft ha rilasciato una patch di sicurezza per Windows XP. Si tratta con molta probabilità dell’ultimo aggiornamento per questa versione software, la quale è stata abbandonata ufficialmente dal 2014.

Microsoft deve ancora supportare Windows XP?

Come ben sapete, nella giornata di ieri è avvenuto forse il più grande attacco ransomware della storia informatica, con oltre 120.000 PC infettati. Per chi non lo sapesse, il ransomware WanaCrypt0r 2.0 è un malware capace di criptare i file presenti sul computer e bloccare i sistemi informatici fino a quando non verrà pagato un riscatto in bitcoin. In particolare sono state colpite Università, Ospedali e aziende private, disseminate un po’ in tutta Europa e l’Italia non ha fatto eccezione.

Gli hacker hanno sfruttato una vulnerabilità presente in Windows XP, uno dei sistemi operativi più diffuso in tutto il mondo. Microsoft aveva già rilasciato una patch di sicurezza nel mesi di Marzo per Windows Vista, 7, 8.1 e 10 che andava a risolvere questa grave falla, ad esclusione di Windows XP per ovvi motivi di supporto. Molti esperti hanno osservato infatti che il virus è stato sviluppato per infettare solo i PC con Windows XP, lasciando praticamente intatti gli altri dispositivi.

In altre parole sarebbe bastato semplicemente aggiornare i vari computer ad una release software più moderna. Nelle scorse ore Microsoft ha comunque rilasciato la patch anche per Windows XP, facendo di questo sistema il più longevo della storia. Per scaricare l’ultimo aggiornamento di sicurezza potete far riferimento alla pagina ufficiale o ricercare la security patch in Windows Update.

Via

Comments
To Top