Smartphone

Il chip A11 di iPhone 8 già in fase di produzione presso TSMC

Apple Chip A11 iPhone 8

Nonostante gli iPhone abbiano da sempre avuto delle specifiche tecniche inferiori rispetto agli smartphone Android, le loro prestazioni sono risultate essere sempre superiori. Questo è merito soprattutto della grande ottimizzazione che il colosso di Cupertino riesce a dare fra l’hardware e il software. A proposito di hardware, il nuovo chip A11 di iPhone 8 è entrato in fase di produzione di massa presso le fabbriche di TSMC.

Fra le caratteristiche a noi note del chip A11 di Apple vi è il processo produttivo a 10 nm, che contribuirà a innalzare ancora di più l’asticella delle performance (+20% circa) portando allo stesso tempo un maggior risparmio energetico (-40% circa) e una generazione di calore inferiore.

TSMC e il ritmo sfrenato di produzione del chip A11

Dal momento che il chip A11 verrà utilizzato da Apple anche a bordo dei prossimi iPad, l’ordinativo recapitato a TSMC è veramente ciclopico: 100 milioni di unità entro la fine dell’anno. Facendo due calcoli matematici molto semplici, TSMC deve produrre in media circa 18 milioni di chip A11 al mese per stare dietro alla roadmap prevista.

La scelta di TSMC è stata dettata dal fatto che Samsung, altra azienda in grado di produrre in massa chip a 10 nm, non era in grado di sopperire a una richiesta così ampia per via della produzione già avviata di SoC Qualcomm Snapdragon 835.

Prima di lasciarvi, vi vogliamo ricordare che sono già iniziati i test per la produzione del SoC Qualcomm Snapdragon 845, il primo in assoluto che viene prodotto a 7 nm nelle fabbriche Samsung e che animerà il Samsung Galaxy S9.

Via  Fonte

Comments
To Top