Computer

Attacco ransomware massiccio in Europa: in tilt Ospedali, Università e Aziende

È in corso in diversi paesi Europei un massiccio attacco ransomware, obiettivi principali sono Ospedali, Università e alcune aziende private.

Tutto è iniziato sugli schermi di alcuni ospedali britannici che si sono visti proiettare sullo schermo una richiesta di riscatto per poter accedere nuovamente ai sistemi. Successivamente sono arrivate segnalazioni simili da più paesi come Portogallo, Spagnia, Russia, Ucraina e addirittura Italia.

Il colpevole? Il ransomware WanaCrypt0r 2.0 (noto anche come WannaCry o WCry), ovvero un virus capace di criptare i file presenti sul computer e bloccare i sistemi informatici fino a quando non verrà pagato un riscatto in bitcoin. Il termine di pagamento è fissato a 3 giorni dopodiché il prezzo duplicherà, se nessuna cifra verrà versata entro 7 giorni invece i file all’interno del computer saranno cancellati irrimediabilmente.

Il virus è molto pericoloso anche perché è capace di spostarsi da una macchina all’altra sfruttando le reti interne e propagandosi così su tutti i computer connessi.

Nel mentre che scriviamo questa notizia la Bbc News riferisce inoltre che l’attacco si è diffuso anche negli Usa, Cina, Vietnam, Taiwan e altri Paesi. Insomma, ci troviamo di fronte ad uno degli attacchi ransomware più grandi della storia informatica, che probabilmente segnerà un momento di rottura e smuoverà la politica.

Essendo Wcry un ransomware recentissimo, online sono già disponibili delle guide per eliminarlo e riprendere il controllo del computer, tuttavia ancora non esiste alcun tool capace di decriptare di nuovo i file rimanendo dunque inaccessibili.

Comments
To Top