Computer

Ecco come WhatsApp rintraccia i messaggi spam nonostante la crittografia

Nonostante l’introduzione della crittografia end-to-end su WhatsApp ha portato un livello di sicurezza supplementare alla privacy degli utenti, ha fatto sorgere un problema non di poco conto. Non potendo infatti accedere ai messaggi degli utenti, inizialmente i responsabili del servizio hanno avuto difficoltà a segnalare e ad eliminare i messaggi spam.

Nel corso del tempo però è stata affinata una tecnica molto intelligente che si basa sulle informazioni contestuali degli utenti prelevate direttamente dall’ISP. In pratica, confrontando il numero di messaggi inviati ogni minuto, la differenza di localizzazione fra l’account e l’ISP, le prime cifre del numero di telefono e diversi altri dati con un registro pubblico, è semplice rintracciare chi spamma messaggi.

Se si sanno analizzare le caratteristiche comportamentali, è del tutto possibile rilevare lo spam senza alcun accesso al contenuto del messaggio anche se esso è criptato in maniera end-to-end. L’approccio più semplice è quello di esaminare la reputazione degli utenti insieme ad altri dati contestuali. – Matt Jones, ingegnere WatsApp

Comments

Le più popolari

TuttoTech, il tuo nuovo punto di riferimento per la tecnologia

2017 © TuttoTech.net di Mikhael Costa - MK Media S.r.l. c.r. - P.Iva: 08123000963 Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.

To Top