Senza categoria

La frammentazione degli aggiornamenti Android si risolverà con Froyo

Una delle questioni emerse dall’ ultimo convegno amricano della CTIA, l’ agenzia internazionale per lo sviluppo delle telecmunicazioni wireless, riguarda proprio la piattaforma Android ed il suo rapido processo di sviluppo. Infatti è emerso un serio bisogno di affrontare quello che è stato definito un modo altamente frammentario di organizzare gli aggiornamenti che ha portato, in poco più di un anno, a sei aggiornamenti del firmware targato Google.

Questa produttività non è altro che un bene, sia per il sistema stesso, che per l’utente finale che può usufruire ogni volta di un prodotto migliorato, se però gli utenti si ritrovano con un telefono acquistato solo da pochi mesi  ma già con gravi problemi di compatibilità con le nuove release del firmware, allora tutti i benefici vengono annullati.

Le intenzioni di Google sono quelle di rilasciare tramite Android Market delle versioni aggiornate delle applicazioni base e dei componenti di Android, come ad esempio potrebbe essere il browser. Ipotizzando che ne venga rilasciata una nuova versione, sarà possibile scaricarla ed installarla senza essere costretti ad aggiornate l’intero firmware.

Inoltre sembra che vi sarà una focalizzazione a migliorare le varie singole componenti, più che la struttura stessa del firmware che sembra essere già arrivata ad buon livello.

Tutto questo nuovo modo di gestire gli udates di Android dovrebbe avere inizio con l’uscita di Froyo,  la nuova versione del OS in questione, permettendo così di rilasciare aggiornamenti firmware completi in maniera più sporadica, di dare modo alle case produttrici dei terminali di stare al passo con gli aggiornamenti e, allo stesso tempo, di consentire a tutti i possessori di un telefono Android di avere un sistema costantemente aggiornato, limitando i problemi di compatibilità.

[Via]

Comments
To Top